Attimi confusi

1 02 2008

Il ribollire del sangue nelle vene mi faceva avere la sensazione di una scia di benzina che pian piano prendeva fuoco dentro di me. Quando la voglia mi prendeva moriva persino lei; davanti a me scompariva in un soffio come la condensa del caldo respiro in una fredda giornata d’inverno. La pace di un momento, di quel momento, ritrovata in quello stesso soffio portato via in un luogo fiabesco, dove il calore è trasportato semplicemente dallo sguardo, dalla vicinanza di un sogno amato.

I miei occhi erano fissi suoi suoi, persi in un incontenibile fremito che si contrastava in una frenetica lotta immersa nel calore circostante. L’incandescenza delle sue mani finiva per portarmi alla follia. Continuando per la scia che stava percorrendo un attimo prima, quando le mie emozioni si limitavano al solo sguardo.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: