Senza titolo

11 06 2008

Vorrei stringere tra le braccia una lacrima, carezzarla e poi, di colpo, ucciderla. Frantumarla in milioni di frammenti di tristezza. Vorrei aver vicino un essenza atipica, che raccolga in se solo il senso della quiete. Vorrei che quell’essenza mi guardasse solo per ciò che sono, non per ciò che appaio. Vorrei che ciò che sono sia l’unica ragione che mi spinge a portarmi sulle spalle troppe memorie e troppi errori. Ciò che sono è ciò che sono. Niente di più. Probabilmente non è abbastanza….

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: