Lettera al futuro

16 03 2009

Già da quando ti vidi
immaginai quanti errori
avrei commesso,
solo scrutandoti.

Vidi stelle porgersi
al tuo cospetto e io,
umile servo,
che alimentavo il loro ardore.

Colgo la mancanza
d’un fare gettato all’orizzonte,
come pesca in un lago
popolato da rose e fiori.

Ora già ti guardo
con occhi diversi.
Con il desiderio d’abbracciare
un sogno o un desiderio

che mi porterebbe lontano
sino alla stella morente.
Tramonto eterno
di attimi angosciosi.

Un domani
ti guarderò con gli occhi
d’un neonato, ancora nel grembo,
che rotola e nuota.

Vedrò me stesso inerme.
Abbandonato alle proprie paure,
di come un lieve gesto,
già, avrebbe cambiato tutto!

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: